Dopo i rutilanti eccessi degli anni '50, la fantascienza cosiddetta ''sociologica'' poteva dirsi morta gia' pochi anni dopo la sua esplosione.. Da allora, solo un gigante come John Brunner e' riuscito a riproporre quelle tematiche in maniera tanto lucida e matura quanto appassionante, con opere quali i celebri ''Tutti a Zanzibar'', ''Il gregge alza la testa'' (gia' raccolti nel suo precedente volume dei ''Massimi'') e ''L'orbita spezzata'', romanzo contenuto in questo volume, che chiude questa splendida trilogia distopica nel piu' agghiacciante dei modi. La multiforme ispirazione di Brunner e' confermata poi dagli altri due romanzi qui presentati: il famoso ''La scacchiera'', allucinante storia in cui i protagonisti sono pedine in mano a giocatori occulti, che se ne servono per ripetere le mosse di una partita realmente giocata; e ''Codice 4GH", cavalcata neo-tecnologica in cui molti hanno riconosciuto l'unico e vero precursore del genere cyberpunk tanto di moda oggigiorno.
Loading...